Piccolo sFazio…pubblicità!

tafazio

Tutti ricordano Tafazzi, il personaggio surreale del trio Aldo, Giovanni e Giacomo che come estremo gesto di autoflagellazione si percuoteva con una mazza gli organi genitali. Quel personaggio ha ispirato probabilmente la condotta di alcuni dirigenti e conduttori RAI.

Il campione olimpico di TAFAZZISMO AZIENDALE è il costosissimo FABIO FAZIO che ammiccando e genuflettendo a destra e a manca ha intervistato i protagonisti della serie TV “ The young pope” prossimamente in onda su SKY.
Il paradosso, ai confini della realtà, è il fatto che la massima dirigenza vada ripetendo ogni giorno che IL BUON DIO RENZI mette in terra, che la RAI è un’azienda che sta sul mercato e che deve essere competitiva. Ha infatti smesso di fare Servizio Pubblico ed è sbarcata sul mercato ma si comporta come una matricola ed è un po confusa. La RAI, sostengono, non può eccedere in trasparenza e non può applicare il tetto degli stipendi alla dirigenza perché è sul mercato ed è in competizione con Mediaset, Sky, La7, Netflix, etc…

Tale è la confusione che la RAI ha iniziato a fare concorrenza a se stessa grazie al teleimbonitore televisivo FABIO taFAZIO. Quando non è occupato a promuovere pentole e libri di amici, a spese della RAI, lui tele promuove le TV concorrenti. E allora come cantava Vasco Rossi :
“piccolo sFazio pubblicità…”

Con il suo canto ossequioso rompe il “muro del suono” del codice etico e dell’ immagine RAI, ma siccome Fazio ci costa molto insieme al suo regista esterno molto amico del DG Campo dall’Orto allora tutto viene concesso, anche fare pubblicità alla concorrenza!

Alcune volte più che scrivere un comunicato stampa dovremmo chiamare la PROTEZIONE CIVILE …ma poi ci limitiamo a percuotere la tastiera nella speranza che intervenga la sonnolenta Vigilanza RAI.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *