Il cambio della guardia a RAIckingham Palace

46762510_1204418669712548_209892513429848064_n

Nuovo cambio della guardia nei vertici delle reti Rai, questa settimana il Cda riunito in conclave potrà mettere ai voti i nominativi che l’amministratore delegato sottoporrà alla sua attenzione.
Ci sono voluti mesi perché i partiti ispirassero il comandante in capo Salini nelle sue scelte.
Ancora una volta non saranno scelti fieri condottieri ma costosi guardiani che indosseranno la divisa del corpo di appartenenza politica, saranno uomini e donne che si avvicenderanno agli uscenti e come loro vigileranno affinché nel palazzo tutto resti immutato.
Direttori di reti e di testata faranno la guardia in modo che nessuno dei soggetti che vivono nel palazzo possano sentirsi in pericolo. Nessuna delle società esterne, degli autori, scenografi, registi e collaboratori vari che da anni hanno piazzato le tende in Rai saranno sloggiati.
Il comandante in capo invece garantirà che i dirigenti che negli ultimi decenni hanno svuotato la Rai di uomini e mezzi possano continuare la loro mortale opera.

Intanto la Rai lentamente perisce e con essa il suo anziano pubblico, lentamente ma inesorabilmente i professionisti lasciano l’azienda e non vengono rimpiazzati, il canone viene demonizzato ad uso e consumo politico e in parte distratto per essere utilizzato per altro, i sindacati quando non occupati a farsi la guerra tra loro sono occupati a scrivere regole peggiorative sul Pdr affinché ci sia la matematica certezza che non venga mai più pagato. I sindacati sono attivi anche per “definire” quote dei prossimi avanzamenti di carriera che alcuni fortunati lavoratori riceveranno nella totale assenza di trasparenza e meritocrazia.

Il cavallo della Rai come sempre ne ha di motivi per essere malfermo sulle sue zampe.

In questo quadro desolante forse viziato da un eccessivo pessimismo, aggravato dal dopo sbornia per essere riusciti a far eleggere in Cda il nostro ex Presidente, l’associazione Rai Bene Comune Indignerai intende rimettersi al lavoro.

Di cose da fare ce ne sono a decine e come al solito potremo essere efficaci solo se saremo sostenuti da tanti colleghi e cittadini.

Noi siamo pronti a rimboccarci le maniche e voi ?

Rai Bene Comune Indignerai

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *