ERai, medici in prima linea

erai

Nel totale immobilismo della nostra azienda apprendiamo che, dopo trent’anni di affidamento esclusivo al Laboratorio Diagnostica Vigna Clara del Servizio di Sorveglianza Sanitaria Aziendale, si e’ tenuta, dopo le recenti normative sugli appalti, una gara pubblica a seguito della quale è risultata aggiudicataria la società Data Medica Lab Doctor con sede in Via Ennio Quirino Visconti.

Il servizio Sanitario Aziendale assiste i dipendenti RAI e gli ospiti durante la loro permanenza in azienda.
Siccome siamo molto pignoli e impiccioni ci sovvengono a tal proposito le seguenti domande:

– se e per quale motivo i farmaci vengono acquistati a trattativa diretta dalle farmacie, anziché dalle case di distribuzione? Quali sono le farmacie da cui ci riforniamo, come vengono scelte?

– se e per quale motivo al prezzo di acquisto dei farmaci viene caricata anche l’Iva al 22%, quando per disposizione ministeriale il prezzo del farmaco è già comprensivo di Iva?

-se e per quale motivo non esiste alcuna tracciabilità dei farmaci acquistati dalla nostra azienda, né in entrata né in uscita?

– I farmaci usati o scaduti come vengono smaltiti? Anche qui ci risulta che manchi qualsiasi tracciabilità, possibile si agisca anche in questo caso in violazione o in deroga delle disposizioni di legge?

– perché le cartelle cliniche dei dipendenti non sono informatizzate e l’accesso alle stesse protetto?

In attesa che qualche brava e trasparente anima del lugubre palazzo di Viale Mazzini ci risponda, rimaniamo in attesa invocando la Santissima Trasparenza che ancora ha il divieto di entrare in RAI.

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *